Come entrare a far parte di un’associazione poetica

Se sei un poeta alle prime rime o uno scrittore di lunga data, forse ti potrebbe interessare sapere come entrare a far parte di un’associazione poetica. Purtroppo però in Italia manca un’associazione ufficialmente riconosciuta che raccolga gli autori di poesie, e qui bisogna orientarsi verso organizzazioni territoriali, spesso difficili da trovare e dalle disponibilità esigue. Nelle prossime righe ve ne indicheremo un paio.

Poche associazioni, ma molto impegnate

La più affermata sembra essere sicuramente quella definitasi Il Club dei Poeti, “costola” dedicata alla poesia dell’onnicomprensivo Club degli Autori. Il club, con sede a Melegnano (MI), permette l’affiliazione a seguito della compilazione di un apposito form presente sul sito, con prezzi di iscrizione che variano dai 20 agli 80€. Iscrivendosi, si avrà la possibilità di accedere alle newsletter dell’associazione sempre ricca di utili aggiornamenti su concorsi, premi e nuove pubblicazioni. Scopo dichiarato dell’associazione è quello di pubblicizzare gli autori emergenti che, tramite il versamento della quota d’iscrizione, avranno la possibilità di essere pubblicati su riviste di settore e antologie. Fondato nel 1992, gode del sostegno della casa editrice Montedit, e nel 1997 è stato nominato da Il Sole 24 Ore come miglior sito italiano di diffusione della cultura letteraria. Nel sito è presente un’interessantissima sezione dedicata ai concorsi letterari, consultabile anche da chi non è socio.

Dedita alla diffusione di soli scritti femminili è invece l’opera della Società Italiana delle Letterate (S.I.L.); attiva da diversi anni con la missione di aumentare la sensibilità nei confronti del mondo femminile e femminista tramite l’organizzazione di eventi, convegni e pubblicazioni di opere inedite. Anche in questo caso per entrare a far parte dell’associazione è necessario riempire un modulo, e la quota di iscrizione è pari a 40€.

Oltre a queste due, che sembrano essere fra le più attive sul territorio nazionale, poco altro. È davvero un peccato, perché un associazionismo debole è lo specchio di una debole coscienza nazionale nei confronti dell’attività che si vuole tutelare. Tuttavia, Il Club dei Poeti e la SIL costituiscono almeno una buona base da cui partire, magari il seme per arrivare un giorno alla costituzione di una vera e propria Società Italiana di Poesia.